La "dieta" di Zahhak: un esempio di psicofagia luminosa