La scrittura delle élites tra crisi e rinnovamento