La Bibbia è un argomento principale nella polemica religiosa fra i cristiani nel XVI e XVII secolo. La Chiesa romana decide che le Sacre Scritture non bastino per la salvezza dell’ uomo e non possono servire come misura della correttezza della fede. Nella grande controversione partecipano anche i ruteni dal polacco-lituano Commonwealth. Da una parte, i ruteni appogiano il concetto romano, riattualizzando la paleocristiana idea delle Sacre Scritture come un insieme dei testi sacri più vasto dal canone biblico e della prevalenza dell’ eucaristia, dall’altra parte però anche loro cercano di giungere al. testo biblico puro e guardano ai libri biblici come a libri da lettura. Il compimento, l’introduzione e lo sviluppo della Buona Novella si compie attraverso le azioni degli uomini ispirati e con l’obbedienza al volere di Dio, che può chiamare ciascuno di noi a diffondere il Verbo divino e quello dei suoi servitori. È questa, dunque, un’ulteriore prova del fatto che la Chiesa Orientale, da quale la Metropolia di Kiev fa parte, possieda caratteristiche di pienezza ecclesiastica e garantisca quindi l’azione della Grazia Divina e la salvezza eterna, in contrapposizione alla concezione dell’esclusivismo soteriologico.

La Bibbia nella letteratura rutena del primo Seicento

NAUMOW, Aleksander
2005

Abstract

La Bibbia è un argomento principale nella polemica religiosa fra i cristiani nel XVI e XVII secolo. La Chiesa romana decide che le Sacre Scritture non bastino per la salvezza dell’ uomo e non possono servire come misura della correttezza della fede. Nella grande controversione partecipano anche i ruteni dal polacco-lituano Commonwealth. Da una parte, i ruteni appogiano il concetto romano, riattualizzando la paleocristiana idea delle Sacre Scritture come un insieme dei testi sacri più vasto dal canone biblico e della prevalenza dell’ eucaristia, dall’altra parte però anche loro cercano di giungere al. testo biblico puro e guardano ai libri biblici come a libri da lettura. Il compimento, l’introduzione e lo sviluppo della Buona Novella si compie attraverso le azioni degli uomini ispirati e con l’obbedienza al volere di Dio, che può chiamare ciascuno di noi a diffondere il Verbo divino e quello dei suoi servitori. È questa, dunque, un’ulteriore prova del fatto che la Chiesa Orientale, da quale la Metropolia di Kiev fa parte, possieda caratteristiche di pienezza ecclesiastica e garantisca quindi l’azione della Grazia Divina e la salvezza eterna, in contrapposizione alla concezione dell’esclusivismo soteriologico.
Memoria biblica e letteratura. Atti del Convegno Internazionale “All’eterno dal tempo”, Terza Sessione – Milano 5-7 settembre 2000. A cura di V. Placella
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Biblia rutena.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Licenza non definita
Dimensione 153.2 kB
Formato Adobe PDF
153.2 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/30219
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact