La traduzione: un caso di attrito linguistico