Ceramica ‘selgiuchide’ e ceramica ‘di Raqqa’: considerazioni sui criteri di classificazione alla luce di recenti indagini