Tempo e racconto nel «Trovatore»