L'icona russa: persistenza di una traduzione