"Povere immagini" della postverità. Reenactments e incertezze visive in Hito Steyerl, Trevor Paglen e Philippe Parreno