Studi di storia sociale e ricerche di interesse musicale: la percezione di Roberto Leydi