Jiří Špička è docente di letteratura italiana presso l’Università Palacký Olomouc (UPOL) in Repubblica Ceca e membro dei comitati editoriali delle riviste Romanica Olomucensia (Olomouc), Études Romanes de Brno (Brno), Svět literatury (Praga) e Archivum mentis: Studi di filologia e letteratura umanistica (Firenze). Oltre al suo interesse per la glottodidattica, le sue aree di ricerca riguardano l'Umanesimo e il Medioevo (soprattutto Petrarca e Boccaccio), la letteratura del 20° secolo (Giani Stuparich, Luigi Pirandello), la ricezione della letteratura italiana in Repubblica Ceca e argomenti che trascendono il campo dell’italianistica quali la propaganda cecoslovacca durante la prima guerra mondiale, forme di dialogo letterario medievale, la poetica dello spazio, l’informatica umanistica. Nel 2005 ha conseguito un dottorato di ricerca in letterature romanze presso l’Università Masaryk di Brno e negli anni successivi è stato professore associato e poi ordinario di letteratura italiana, vice-direttore del Dipartimento di lingue e letterature romanze e vice-Preside per la ricerca della Facoltà di Lettere dell’Università Palacký (2011-2018). Nel 2018 è stato visiting professor presso l’Università La Sapienza di Roma e nell’anno accademico 2018/2019 ha fatto un soggiorno di studio e ricerca presso l’Università di Bologna. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Flaiano Internazionale in italianistica per la migliore monografia sulla letteratura o cultura italiana pubblicata fuori dall'Italia. Ha vinto tre progetti di ricerca della Czech Science Foundation (GAČR) ed è coinvolto nel progetto Horizon MSCA-RISE TRANS.ARCH. Proyecto Archivos en Transición: Memorias colectivas y usos subalternos. È autore di numerose pubblicazioni: monografie, traduzioni commentate, articoli su riviste scientifiche, interventi in atti di convegno, recensioni e testi divulgativi. Ha partecipato a numerosi convegni in Italia e nel resto dell'Europa. In collaborazione con l'Università di Wroclaw, è responsabile del progetto Pastille che ha prodotto un innovativo database di materiali per l'insegnamento e l’apprendimento dell’italiano come lingua straniera, correlato da risorse didattiche quali testi, materiali audiovisivi e multimediali. In questo progetto, finanziato dalla Commissione Europea all'interno del programma Erasmus+ KA2 – Strategic Partnership Key Action, il prof. Špička ha curato la stesura dell’unità didattica B1-7 “Creatività ed emozioni” e del relativo capitolo del testo didattico di riferimento, entrambe progettate per lo sviluppo delle abilità espressive di stati d’animo e delle competenze grammaticali relative all’uso della forma passiva.

Il progetto Pastille: insegnare ed apprendere la lingua italiana attraverso risorse digitali sulle arti e tradizioni culturali. Intervista a Jiří Špička.

Ilaria Compagnoni
2022

Abstract

Jiří Špička è docente di letteratura italiana presso l’Università Palacký Olomouc (UPOL) in Repubblica Ceca e membro dei comitati editoriali delle riviste Romanica Olomucensia (Olomouc), Études Romanes de Brno (Brno), Svět literatury (Praga) e Archivum mentis: Studi di filologia e letteratura umanistica (Firenze). Oltre al suo interesse per la glottodidattica, le sue aree di ricerca riguardano l'Umanesimo e il Medioevo (soprattutto Petrarca e Boccaccio), la letteratura del 20° secolo (Giani Stuparich, Luigi Pirandello), la ricezione della letteratura italiana in Repubblica Ceca e argomenti che trascendono il campo dell’italianistica quali la propaganda cecoslovacca durante la prima guerra mondiale, forme di dialogo letterario medievale, la poetica dello spazio, l’informatica umanistica. Nel 2005 ha conseguito un dottorato di ricerca in letterature romanze presso l’Università Masaryk di Brno e negli anni successivi è stato professore associato e poi ordinario di letteratura italiana, vice-direttore del Dipartimento di lingue e letterature romanze e vice-Preside per la ricerca della Facoltà di Lettere dell’Università Palacký (2011-2018). Nel 2018 è stato visiting professor presso l’Università La Sapienza di Roma e nell’anno accademico 2018/2019 ha fatto un soggiorno di studio e ricerca presso l’Università di Bologna. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Flaiano Internazionale in italianistica per la migliore monografia sulla letteratura o cultura italiana pubblicata fuori dall'Italia. Ha vinto tre progetti di ricerca della Czech Science Foundation (GAČR) ed è coinvolto nel progetto Horizon MSCA-RISE TRANS.ARCH. Proyecto Archivos en Transición: Memorias colectivas y usos subalternos. È autore di numerose pubblicazioni: monografie, traduzioni commentate, articoli su riviste scientifiche, interventi in atti di convegno, recensioni e testi divulgativi. Ha partecipato a numerosi convegni in Italia e nel resto dell'Europa. In collaborazione con l'Università di Wroclaw, è responsabile del progetto Pastille che ha prodotto un innovativo database di materiali per l'insegnamento e l’apprendimento dell’italiano come lingua straniera, correlato da risorse didattiche quali testi, materiali audiovisivi e multimediali. In questo progetto, finanziato dalla Commissione Europea all'interno del programma Erasmus+ KA2 – Strategic Partnership Key Action, il prof. Špička ha curato la stesura dell’unità didattica B1-7 “Creatività ed emozioni” e del relativo capitolo del testo didattico di riferimento, entrambe progettate per lo sviluppo delle abilità espressive di stati d’animo e delle competenze grammaticali relative all’uso della forma passiva.
95
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Articolo - Compagnoni - Il progetto Pastille.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso libero (no vincoli)
Dimensione 196.3 kB
Formato Adobe PDF
196.3 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/5004788
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact