HEGEL E' ANCORA NOSTRO CONTEMPORANEO?