Pionieri di un futuro già finito? I “navigator” si raccontano